Vertici da angolazioni diverse
Interpreti
Patrick Demenga - violoncello
Serena Valluzzi - pianoforte
Programma

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Sonata op. 102 n. 2 in re maggiore 

  Allegro con brio

  Adagio con molto sentimento d’affetto

  Allegro. Allegro fugato

 

Dimitri Šostakovič (1906-1975)

Sonata op. 40 in re minore

  Allegro non troppo

  Allegro

  Largo

  Allegro

 

César Franck (1822-1890)

Sonata in la 

  Allegretto ben moderato

  Allegro

  Recitativo-Fantasia. Largamente con fantasia 

  Allegretto poco mosso

L’Accademia di Musica, grazie alla suo impegno nel sostegno dei giovani artisti, ha chiesto ai suoi docenti di partecipare a un progetto che li veda mentori di un giovane musicista che abbia già iniziato la carriera concertistica. Patrick Demenga, violoncellista d fama internazionale, ha aderito con entusiasmo e presenterà la pianista Serena Valluzzi, recentemente premiata al concorso internazionale Ferruccio Busoni di Bolzano.

 

La Sonata op. 102 n. 2 di Ludwig van Beethoven fa parte del mitico terzo periodo beethoveniano in cui il genio di Bonn, attraverso l’elaborazione contrappuntistica, sembra tracciare nuove strade grazie all’eredità bachiana. Con l’elaborazione polifonica del primo Allegro con brio fino all’inserimento dell’Allegro fugato a quattro voci nel finale, Beethoven compie un miracolo compositivo basato sull’equilibrio tra elementi contrappuntistici e linee espressive quali quelle dell’Adagio. 

 

Compiamo un salto temporale di più di cent’anni per ascoltare uno dei capolavori del’900: la Sonata op. 40 di Dimitri Šostakovič vi ammalierà da subito con un tema molto espressivo del violoncello su un semplice accompagnamento del pianoforte, un esordio quasi nostalgico, delle linee pure e classicheggianti che devierà poi su elementi tematici e ritmici più graffianti e sarcastici.

Luogo:
Accademia di Musica
Data:
18 Aprile | 20:30
Stagione concertistica 22/23
Condividi evento
Corsi e Masterclass
Seguici su