Stanze e miroires
Interpreti
Andrea Rebaudengo - pianoforte
Programma

| 19.30 | Incontro con il compositore Mauro Montalbetti condotto da Claudio Voghera

 

| 20.30 | Andrea Rebaudengo, pianoforte

 

 

Mauro Montalbetti (1969) | Maurice Ravel (1875-1937)

Prendere e ritrovare ogni alba

Noctuelles

Guardare l’erba e il sole

Oiseaux tristes

Specchiarsi come restituiti

Une barque sur l’océan

Osservare riflessi

Alborada del gracioso

Occhi stupiti e silenzio

La Vallée des Cloches.

Andrea Rebaudengo è un artista profondo e curioso, impegnato nell’approfondimento del repertorio del ‘900 e contemporaneo; nel 2016 chiese al compositore Mauro Montalbetti, – riconosciuto come uno dei principali compositori italiani con opere commissionate da enti quali la Filarmonica della Scala e la Biennale di Venezia – di scrivere una serie di brani da affiancare ai Miroires di Maurice Ravel, un capolavoro che fa da spartiacque nella produzione raveliana.

 

Ne nacque una suite da eseguire alternando le composizioni dei due autori in un gioco di specchi e di echi; riflessi della immensa arte raveliana creano un rapporto con il ‘900 storico che ispira Montalbetti nello scrivere quella che scoprirete essere un musica estremamente comunicativa e densa di colori e sonorità certamente riconducibili al capolavoro di Ravel, ma espressa con un linguaggio assolutamente originale, in quello che Montecchi ha definito un atto d’amore per Ravel. Così come i Miroires furono dedicati a cinque amici di Ravel, anche  le Stanze di Montalbetti hanno altrettanti dedicatari tra i quali Rebaudengo, Isgrò e Migliorati, rispettivamente il primo interprete dell’opera, l’artista che che con il procedimento della cancelatura ha ispirato la tecnica compositiva del musicista, e il poeta autore dei versi dai quali Montalbetti ha tratto i titoli delle sue Stanze.

Luogo:
Accademia di Musica
Data:
22 Novembre | 20:30
Stagione concertistica 2022/23
Condividi evento
Corsi e Masterclass
Seguici su