Luca Colardo
Biografia

Luca Colardo, nato a Milano il 7 maggio 1990, ha iniziato lo studio del violoncello con Andrea Cavuoto. Sotto la guida di Marco Scano presso il Conservatorio G.Verdi di Milano si è diplomato nel 2009 con il massimo dei voti e ha conseguito il diploma accademico di secondo livello nel 2012 col massimo dei voti e la lode. Tra il 2010 e il 2011 si è perfezionato con Roland Pidoux e Xavier Phillips al Conservatoire National Superieur di Parigi. Qui, nel 2011, ha avuto l’onore ed il privilegio di suonare alla Citè de la Musique, con lo Ensemble Intercontemporain diretto da Susanna Malkki, nonchè all’Istituto Italiano di Cultura eseguendo il Konzertstück per violoncello solo di Riccardo Malipiero alla presenza di Pierre Boulez. Ha frequentato le Masterclass tenute da violoncellisti quali Karine Georgian, Asier Polo, Gustav Rivinius, Antonio Meneses, David Geringas (presso la Accademia Chigiana di Siena), Enrico Dindo, Massimo Polidori, Giovanni Scaglione, Enrico Bronzi e Mario Brunello. Ha frequentato i corsi di musica da camera e quartetto d’archi con Anton Sorokov, Andrea Nannoni (presso la Scuola di Musica di Fiesole), il Trio Johannes, il Quartetto Prometeo, il Fine Arts Quartet e il Quartetto Tana. E’ risultato vincitore di due sezioni del Premio Nazionale delle Arti (archi solisti e musica da camera assieme alla pianista Sandra Conte). Ha ottenuto il I premio al Concorso Nazionale di Vittorio Veneto, al Concorso Internazionale G.Campochiaro di Pedara (I assoluto al Duo Colardo-Conte), al Concorso Internazionale di Moncalieri e al Concorso Internazionale Grand Prize Virtuoso di Salisburgo. Nel 2017 debutta alla Carnegie Hall di New York assieme a Sandra Conte in quanto vincitore, come unico italiano della categoria, del concorso The 2017 New York International Cello Competition organizzato dalla New York International Artists Association (NYIAA). Nel 2015 si esibisce per la prima volta come solista con la Rousse Philarmonic Orchestra con il concerto in si minore op.104 di Antonin Dvorak. Assieme a sua moglie Sandra Conte ha suonato in diversi auditorium e teatri per numerose rassegne e festivals in Italia e all’estero. Tra questi risaltano per importanza: Milano (Società dei Concerti, Festival Mito, Società del Quartetto, Museo Diocesano, Concerti nel Chiostro), Como (Associazione G.Carducci), Bellagio (Festival di Bellagio), Cremona (Mondomusica), Roma (Ara pacis, Radio Vaticana) Napoli (Sala Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella), Ravello (Ravello Festival), Parigi e Budapest (Istituti Italiani di Cultura), Salisburgo (Wiener Saal del Mozarteum), New York (Weill Hall, Carnegie Hall). I loro concerti sono stati trasmessi da TV2000, Rai Radio -Tre, Rai Educational, Radio Vaticana, Radio Classica. Nel 2014 il Duo Colardo-Conte si è esibito alla Cappella Paolina del Quirinale per i Concerti del Quirinale, concerto trasmesso in diretta da Rai Radio -Tre. Nell'aprile 2015 è stata pubblicata sulla rivista Amadeus, come cd download, una registrazione live effettuata a Milano per la Società dei Concerti. Il Duo ha poi registrato l’integrale delle opere per violoncello e pianoforte di Chopin e Debussy in un Cd che è stato pubblicato dalla rivista Amadeus come Cd di copertina del mese di agosto 2018. Con il Quartetto d’archi Siegfried, del quale è fondatore e promotore, si è esibito in diverse città d’Italia tra cui Milano (Palazzo Marino, Nuovo Teatro Ariberto, Musica al Tempio), Reggio Emilia (Casa del Quartetto), Varese (Musica in Cripta), Bellagio (Festival di Bellagio), Casale Monferrato (Festival Luoghi Immaginari), Bardonecchia (Palazzo delle Feste), Torino (Reggia di Venaria). Nel 2018 il Quartetto Siegfried, assieme a Sandra Conte, è stato selezionato tramite un’audizione internazionale svoltasi a Londra per il progetto Lincoln Center Stage in collaborazione con Holland America Line. In questo modo, tra dicembre 2018 e marzo 2019 il quintetto Siegfried ha avuto l’onore di rappresentare il Lincoln Center a bordo della Koningsdam esibendosi in più di 200 concerti da camera in svariate formazioni, dal trio col pianoforte al quartetto d’archi, dal duo violoncello e pianoforte al duo violino e violoncello fino al quintetto col pianoforte. Nel 2020, in seguito ad una preselezione, è stato ammesso alle semifinali del Premio Paolo Borciani di Reggio Emilia, risultando come l’unico quartetto italiano tra dieci selezionati da tutto il mondo per le prove dal vivo che avrebbero dovuto svolgersi nel giugno 2020 ma che per problemi dovuti alla pandemia globale non hanno potuto aver luogo. Nell’ambito della musica contemporanea, oltre ad essere uno dei pochi musicisti italiani ad aver avuto l’onore di collaborare con lo Ensemble Intercontemporain, può vantare un’esperienza decennale. Tra le sue numerose collaborazioni spiccano il Divertimento Ensemble, la Accademia Filarmonica Romana, il Festival Milano Musica, la Biennale di Venezia, l’Icarus Ensemble di Reggio Emilia e infine il New Made Ensemble di Milano del quale è stato violoncellista stabile dal 2012 al 2018 e con il quale si è esibito in numerosi concerti in diverse città d’Italia tra cui Milano (Museo del ‘900, Mudec, Teatro Filodrammatici, Palazzina Liberty, Palazzo Mezzanotte), Trieste (Festival Viktor Ullmann, Stagione Trieste Prima), La Spezia (CAMEC), Bellagio, Desenzano del Garda, Cagliari (Teatro Lirico), Palermo (Teatro Politeama). Sempre con il New Made è stato ospite, tra gennaio e maggio 2017, per la prima volta in qualità di docente, presso i Conservatori di Cagliari e La Spezia per delle Masterclass sulla prassi della musica contemporanea. Diversi compositori, tra cui Jacopo Simoncini, Sonia Bo, Alessandra Bellino, Delilah Gutman, Sandra Conte, Nino Nicolosi, Marco Gaietta, Giovanna Dongu e Giuseppe Colardo hanno scritto dei lavori per violoncello solo o violoncello e pianoforte a lui dedicati. Ha realizzato diverse trascrizioni da lavori lirico/sinfonici di Mussorgski, Wagner e Debussy per formazioni cameristiche e tra queste è stata pubblicata la versione per violoncello e pianoforte del Preludio e Morte d’Isotta da Rugginenti Editore (Milano), mentre la sua versione per quintetto del medesimo brano è stata eseguita per la prima volta in Canada dal pianista Emilio De Mercato e dal Vaughan String Quartet. Nel 2019 ha debuttato nel duplice ruolo di compositore ed esecutore delle proprie musiche ideate per lo spettacolo Gigasuite per violoncello, danzatrice e braccio robotico, andato in scena al Teatro G.Verdi di Gorizia. Attualmente frequenta il Corso di Perfezionamento di Terzo Livello in violoncello presso l’Accademia di Musica di Pinerolo tenuto da solisti di chiara fama quali Rohan De Saram, Enrico Dindo, Miklos Perenyi e Mischa Maisky.

Condividi studente
Corsi e Masterclass
I nostri concerti
Seguici su